I cani da soccorso, eroi a quattro zampe

Il 24 agosto 2016 una scossa di terremoto di magnitudo 6.0 faceva tremare il Centro-Italia‚ distruggendo e devastando i centri di Accumoli‚ Amatrice‚ Arquata del Tronto e i comuni limitrofi. Un evento catastrofico che ha causato la morte di circa 300 persone e solo il primo episodio di uno sciame sismico che si sarebbe poi abbattuto anche su Norcia e Rigopiano.

Oggi‚ lentamente‚ si tenta di tornare alla normalità‚ anche se le profonde cicatrici non potranno mai svanire. Restano‚ però‚ l’umanità‚ l’altruismo e il coraggio di tutti coloro i quali hanno donato il proprio contributo‚ salvando vite umane e regalando piccoli attimi di calore e spensieratezza a chi davvero‚ in pochi attimi‚ è stata tolta ogni cosa.  

Prime fra tutte le varie unità di soccorso (Vigili del Fuoco‚ Polizia‚ Protezione Civile‚ Alpini ecc.) che‚ insieme ai nostri amati amici animali‚ hanno svolto (e svolgono) un ruolo fondamentale nelle ricerca delle persone disperse.

I nostri silenziosi‚ coraggiosi‚ instancabili e fedeli eroi a quattro zampe costituiscono una delle risorse più grandi nei casi di calamità naturale‚ grazie al loro innato senso del dovere che li spinge a compiere delle imprese talmente tanto grandi da apparire miracolose.

In occasione di una visita di controllo‚ noi della Clinica Zarcone abbiamo avuto l’onore di conoscere Dago‚ uno degli eroi di Amatrice‚ che‚ durante tutta la sua carriera all’interno dell’Unità Cinofila dei Vigili del Fuoco‚ è riuscito a sottrarre alla morte moltissime persone.

Augurando al nostro valoroso amico una vecchiaia felice e serena‚ vogliamo celebrare proprio tutti gli angeli a quattro zampe che‚ rappresentando un potente e insostituibile supporto nelle situazioni di emergenza più estreme‚ sono disposti veramente a tutto pur di portare a termine la propria missione: salvare vite umane.