5 quesiti sulla Leishmaniosi

La Leishmaniosi è una patologia purtroppo molto diffusa ed estremamente pericolosa per gli amici a quattro zampe.
La trasmissione avviene a causa della puntura di piccoli insetti‚ i pappataci‚ particolarmente attivi nei periodi più caldo dell´anno. Si tratta di una malattia cronica mortale molto seria‚ che peggiora con il passare del tempo. Per questo motivo‚ è davvero importante diagnosticarla quanto prima‚ per cercare di arginare gli effetti collaterali il più rapidamente possibile. 
Nonostante‚ come già detto‚ la Leishmaniosi sia una malattia davvero seria‚ spesso accade che attorno ad essa si generino degli allarmismi‚ facilmente evitabili attraverso l´informazione.
Di seguito‚ le risposte ai maggiori quesiti che i pazienti umani pongono regolarmente ai nostri dottori e che‚ magari‚ possono aiutarvi a consocere meglio i rischi e i pericoli connessi a questa subdola patologia.

1. Il mio cane ha giocato con un altro cane ammalato di Leishmaniosi. Ora è in pericolo?

La Leishmaniosi non si trasmette attraverso il contatto tra animale e animale‚ ma solo per mezzo della puntura del flebotomo‚ il pappatacio. 

2. Se il mio cane ha la Leishmaniosi‚ c´è il rischio che possa contrarla anche io?

Il rischio è nullo‚ perché non esiste alcuna trasmissione diretta della malattia da cane a uomo. È "necessario" sempre l´"intervento" del pappatacio. Oltre a questo‚ gli effetti della puntura sull´essere umano sono molto diversi: l´uomo può guarire in pochi giorni‚ il cane‚ purtroppo‚ no.

3. Ma i pappataci sarebbero le zanzare?

No‚ "pappatacio" non è sinonimo di "zanzara". I pappataci sono molto più piccoli‚ agiscono durante le ore crepuscolari e non emettono alcun ronzio (da qui il loro nome "pappataci"‚ ovvero "pappare tacendo"). Le punture dei pappataci‚ inoltre‚ non producono alcun effetto immediato: nessun dolore‚ nessun prurito‚ perché la loro saliva contiene un antidolorifico in grado di "anestetizzare" l´effetto.

4. In quale periodo dell’anno i pappataci sono più attivi?

I periodi di maggiore attività per i pappataci sono quelli in cui le temperature sono più alte. Quindi‚ è possibile affermare che‚ in Italia‚ il "rischio pappataci" può verificarsi da giugno a settembre al Nord‚ da maggio a ottobre al Centro e da aprile a novembre al Sud. 

5. In quali ore della giornata è più facile essere punti?

I pappataci non sono insetti diurni. Ecco perché‚ le ore più a rischio sono quelle della notte e quelle che precedono il sorgere del sole. 

Sperando che queste semplici e brevi risposte abbiano reso un po’ più chiaro il quadro sulla Leishmaniosi‚ vi ricordiamo che‚ all´interno della nostra Clinica Veterinaria‚ è possibile aderire al Piano di Salute Only Leish‚ che renderà il vostro cane immune dalla malattia per un anno intero.