Degenza e Terapia intensiva

La degenza/terapia intensiva comprende l’insieme delle articolate procedure diagnostiche e terapeutiche che hanno come finalità il ripristino delle funzioni vitali più o meno compromesse.

Il trattamento di condizioni patologiche critiche‚ che potrebbero pregiudicare le funzioni vitali‚ presuppone un’evoluzione continua delle conoscenze e delle tecniche. Ciò porta alla necessità di far convergere competenze multidisciplinari sul paziente‚ disponibilità continuativa dei servizi diagnostici e collegamento funzionale dell’area intensiva con tutti i reparti e i servizi che devono interagire con essa (pronto soccorso‚ sala operatoria‚ laboratorio‚ radiologia‚ sala ecografia).

La degenza è‚ in primis‚ un atto di fiducia da parte dei nostri clienti che decidono di consegnare nelle nostre mani il benessere dei loro amici a quattro zampe.

La professionalità del veterinario si misura anche in base alla capacità di gestione dell’animale: il medico che lavora con passione lascia trasparire umanità e dolcezza‚ trasmettendole anche agli amici a quattro zampe‚ che‚ in tal modo‚ non avvertiranno lo stress da separazione dal proprietario e nemmeno quello legato alla malattia.

La Dott.ssa  Lombardo‚ responsabile del reparto‚ e i colleghi intensivisti della clinica Zarcone cooperano quotidianamente‚ nei vari campi della medicina veterinaria e della chirurgia‚ affinché ogni paziente ospite della nostra struttura possa beneficiare non solo delle migliori competenze specialistiche‚ ma soprattutto  di un ambiente tranquillo e pulito e di terapie personalizzate. Con l’ospedalizzazione‚ l’animale è totalmente affidato alle attenzioni del veterinario responsabile della degenza‚ che ha il compito di stabilire con il collega referente il protocollo diagnostico (esami di laboratorio‚ intervento chirurgico‚ visita oncologica etc.) e terapeutico (terapia del dolore‚ antibiotici‚ ossigenoteraia etc.).

Uno dei reparti più avanzati della Clinica è proprio il ricovero infettivi‚ che possiede una zona filtro tra degenza non infettiva e degenza infettiva per il cambio di scarpe e vestiario degli operatori addetti e per le terapie e il monitoraggio dei pazienti. Alla stanza infettivi si può accedere direttamente dalla strada grazie a un accesso secondario‚ in modo da evitare la contaminazione dei virus verso la restante parte operativa della clinica.