Rimprovera il tuo gatto nella maniera corretta

Quando si fa riferimento all’educazione del proprio animale domestico difficilmente ci viene da pensare ai gatti. A differenza dei cani‚ per esempio‚ si tende a concepirli come più indipendenti e‚ quindi‚ meno avvezzi ad obbedire agli ordini dei propri padroncini. Tuttavia‚ in quanto felini‚ è necessario che certi comportamenti dei nostri amichetti pelosi vadano corretti fin da cuccioli così da indirizzarli in maniera consona al vivere domestico.

I gatti‚ si sa‚ sono molto indipendenti e dei veri e propri spiriti liberi‚ seguono sempre il loro istinto‚ quindi è molto difficile che certi loro atteggiamenti svaniscano del tutto. Ciò non esclude affatto‚ però‚ che siano in grado di assimilare le regole dettate in casa dal proprio tutor per una ottima convivenza. Innanzitutto‚ è sempre meglio ricordare che i gatti odiano le costrizioni. Per questo motivo‚ è più efficace mostrarsi calmi e pazienti senza‚ però‚ dimenticare di essere allo stesso tempo risoluti.

Uno degli “elementi chiave” del rimprovero è la tempistica: i rimproveri nei confronti dei gatti sono effettivamente efficaci nel momento esatto in cui si stanno comportando male o stanno compiendo un’azione da noi considerata errata o indesiderata. Non importa che tipo di danno abbiano commesso‚ rimproverarli troppo tempo dopo il fatto compiuto non servirà esattamente a nulla! Ma soprattutto‚ è importante comprendere che il rimprovero deve essere più una “tattica volta a dissuadere”. In che senso? Facciamo degli esempi.

Il tuo gatto ha cominciato a salire sul divano scegliendo la comodità del salotto per farsi le unghie oppure hai trovato mobili e tende pieni di graffi? Una soluzione sarà‚ per esempio‚ acquistare un tiragraffi. Oppure‚ il tuo gatto ha preso l’abitudine di salire continuamente sul tavolo? Dovrai farlo scendere pazientemente accompagnando il tuo movimento con un sonoro “no” lasciandogli associare nel tempo‚ quell’abitudine alla parola “no” e al tuo gesto. Solo a quel punto percepirà in maniera corretta il divieto e smetterà di salire sul tavolo.

Ad ogni modo‚ è importantissimo non essere mai violenti‚ in alcun modo!

Essere troppo duri con il proprio gatto peggiorerà inevitabilmente il rapporto di convivenza. Il gatto‚ infatti‚ potrebbe cominciare ad attaccarti perché ti assocerà a qualcosa di negativo e/o avere paura di te e‚ in alcuni casi seppur estremi‚ potrebbe anche allontanarsi da casa e non farvi più ritorno.