Tore è un Setter Irlandese dal pelo folto e lucido. Un cane che ama cacciare e divertirsi correndo tra le campagne.

La sua vitalità‚ però‚ viene compromessa da una gravissima condizione‚ talmente seria da portarci a pensare che solo un miracolo lo avrebbe potuto salvare.

Una notte‚ Saverio‚ il suo padrone‚ ci contatta preoccupato‚ avendo notato un anomalo e importante rigonfiamento dell’addome nel suo amico a quattro zampe. La mattina successiva si precipita in Clinica: a primo impatto‚ tutti crediamo che si tratti di una torsione‚ anche se consapevoli che‚ in quel caso‚ Tore non sarebbe riuscito nemmeno a superare la nottata.
Avendolo sottoposto a un’ecografia‚ apprendiamo che‚ in realtà‚ il nostro paziente presenta una perforazione di almeno 5 cm allo stomaco con una grande quantità di pus libero in addome.
Il team della chirurgia corre subito in sala operatoria. La situazione è veramente complicata‚ così tanto da non lasciare spazio nemmeno a un briciolo di ottimismo. Le possibilità che il cane sopravviva al post operazione sono davvero poche e Saverio è devastato. Solo un miracolo avrebbe potuto salvare il nostro piccolo amico.
Ed effettivamente il miracolo c’è stato: Tore è sopravvissuto a più di tre ore di intervento. Trascorsi tre giorni in coma farmacologico‚ si è finalmente svegliato. Dopo averlo sottoposto a continui controlli‚ ci accorgiamo che il liquido si è riformato (a causa della presenza di tutto quel pus‚ sapevamo già che la situazione non si sarebbe risolta con una sola operazione!). Tore viene quindi riportato in sala operatoria e supera anche il suo secondo intervento.
I giorni successivi ci lasciano col fiato sospeso: il pus si sarebbe riformato? Tore sarebbe riuscito a riprendersi definitivamente? Ebbene sì. Il liquido si riassorbe e Tore risponde ottimamente!

Oggi il nostro amico a quattro zampe e il suo padrone sono tornati alla loro tanto desiderata normalità. Sono felici. E noi lo siamo ancora di più‚ perché‚ oltre all’immensa gioia di aver salvato una vita‚ abbiamo avuto la conferma che‚ ancora una volta‚ il team della Clinica Zarcone funziona alla grande.

Buona vita‚ Tore!